Il cambiamento organizzativo in 5 step, con al centro la marca

By Antonio Marazza

General Manager

Thinking

30 mag, 2018

Seguici e commenta sui social

Lo abbiamo sostenuto più volte: la marca è la chiave per ispirare atteggiamenti che innescano il cambiamento organizzativo e riesce ad attivare le emozioni e il senso di appartenenza delle persone grazie ai simboli, alle storie e ai rituali che si riferiscono ad essa.

La cultura di marca spinge l'organizzazione verso il cambiamento.
Se un secolo fa la marca aveva il semplice obiettivo di orientare la scelta dei consumatori, oggi è in grado di trasformare le scelte strategiche in realtà animando un approccio più agile, creativo e coinvolgente alla gestione del cambiamento organizzativo.

Ma si può davvero orientare il cambiamento organizzativo attraverso la marca? É facile, basta osservare 5 passaggi: 

1. USATE LA MARCA COME BUSSOLA – É quello che promettete ai vostri clienti ciò che rende una cultura aziendale la ‘vostra’ cultura aziendale: quando questa direzione manca o è poco chiara, nel migliore dei casi gli sforzi si tradurranno in buona volontà e in un migliore coordinamento interno. Ma senza anima.

La Vision che abbiamo sviluppato con Kinder mette al centro la creazione di momenti di gioia per i bambini e i loro genitori, e pervade tutto quello che l’azienda fa.

2. FATE LEVA SULLA CREATIVITÀ – Change Management? Che noia! Bisogna pensare fuori dagli schemi e applicare tecniche creative per modificare efficacemente i processi aziendali e incoraggiare le persone a modificare i propri atteggiamenti e le proprie azioni. É sperimentando nuovi comportamenti ‘sul campo’ che si crea la cultura aziendale, non predicando valori astratti.

Secondo la "Two Pizza Rule" di Jeff Bezos, AD di Amazon, meno è meglio quando si tratta di meeting. La presenza di molte persone inficia la produttività delle riunioni perciò non bisogna mai confermare una riunione in cui due pizze non basterebbero a sfamare l'intero gruppo. 

3. FATE GUIDARE GLI AGENTI DEL CAMBIAMENTO - Leader illuminati, comunità aziendali interne e dipendenti genuinamente entusiasti devono essere incentivati a diffondere i comportamenti “di marca" all’interno dell’organizzazione. Ma va fatto in modo sistematico, attraverso un piano ben orchestrato per formare, motivare e incoraggiare le persone.

The Human Safety Network di Generali punta su un concreto coinvolgimento dei dipendenti del Gruppo per attivare e diffondere le iniziative social identificate.

4. PREMIATE E CONDIVIDETE - Il cambiamento può prodursi abbastanza velocemente, ma tipicamente avviene ‘a macchia di leopardo’, soprattutto nelle organizzazioni complesse e in cui convivono sensibilità diverse. Per consolidare i risultati e migliorare le performance aziendali è necessario incoraggiare, diffondere e premiare le best practice che manifestano i princìpi della marca nel concreto.

Con UniCredit Group abbiamo creato l’UP Award, che ogni anno riconosce e premia le migliori storie di innovazione ‘on-brand’ e di relazione con i clienti.

5. MAI FERMARSI - definire gli indici di performance - KPI - aiuta a tenere sotto controllo i progressi e ad adeguare lo sviluppo del piano nel tempo. La Culture Activation™ è un processo perpetuo. Ma può dare grandi soddisfazioni!

Per Intu, una importante catena retail inglese, misuriamo non solo l’engagement dei dipendenti, ma come questo si traduce in ‘gioia’ dei consumatori.

Hai trovato interessante questo articolo? Se sei curioso e vuoi più informazioni scrivici qui.